«Ne**o di m****»: insulti razzisti al portiere 14enne, l’arbitro sospende la partita

«Mio figlio è ferito e amareggiato, è un fatto vergognoso, non si possono accettare certi episodi», dice la madre del portiere vittima di cori razzisti

Ennesimo caso di razzismo nel mondo del calcio. Questa volta a farne le spese è stato unportiere 14enne di origini sudamericane. Durante la partita della categoria Giovanissimi (14-15 anni) ASD Cairese- Priamar Savona, il ragazzino è stato vittima di insulti da parte di una ventina di tifosi della squadra di casa (ASD Cairese). A causa dei cori razzisti la partita è stata sospesa per ben due volte dall’arbitro.

Le parole della madre del ragazzo vittima di razzismo

La madre Ada, intervistata da media locali, ha dichiarato: «Mio figlio è ferito e amareggiato, è un episodio vergognoso che non merita altri commenti se non un intervento deciso della Federazione, non si possono accettare certi episodi».La donna ha poi continuato: «Da madre ho insegnato ai miei figlil’educazione, cosa che evidentemente si sta perdendo.Nessuno degli adulti presenti allostadio è intervenuto per fermare i cori razzisti e questo è ancora più disdicevole», ha poi concluso.

Le testimonianze dell’allenatore e del direttore generale della Priamar

Anche Luca Fiorio, allenatore della Priamar Savona, è amareggiato: «Quel drappello di ragazzi che continuavano ad insultare e scimmiottare insulti a matrice razziale è stata una cosa che mi ha ferito dentro».Parallelamente, il direttore generale della squadra ospite ha dichiarato: «È stato veramente spiacevole. Ci tengo a precisare che la Cairese non è colpevole, i dirigenti hanno fatto di tutto per tranquillizzare la situazione. Anche l’arbitro è stato in gamba. Il nostro portiere ha dimostrato grande maturità e ha proseguito a giocare. L’accaduto, però, deve far riflettere».

Le scuse dell’ASD Cairese

L’ASD Cairese, la cui tifoseria è rea di aver perpetrato gli insulti razzisti nei confronti del giovane portiere, attraverso un comunicato pubblicato sul proprio sito e sulla propria pagina di Facebook, si è scusata con il giovane ragazzo, condannando l’atteggiamento avuto sugli spalti da «pseudo tifosi».

L’ASD Cairese vuole ancora una volta condannare l’atteggiamento di questi pseudo tifosi, esprimendo la più grande…

Posted by ASD Cairese 1919 on Sunday, March 17, 2019

L’intervento di Simone Valente (M5s)

Sulla vicenda è intervenuto anche Simone Valente (M5s), sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri: «Gli insulti razzisti al giovanissimo portiere del Priamar sono una vergogna che non può lasciarci silenti. Ho chiesto al presidente della Figc Gabriele Gravina di intervenire immediatamente. È ancora più grave perché stiamo parlando di ragazzi molto giovani e quindi è nostro compito intervenire immediatamente per sradicare alla base questi episodi di razzismo intollerabili».

Ieri durante una partita della categoria giovanissimi tra U.S. Priamar 1942 Liguria e Cairese Calcio , un ragazzo di 14…

Posted by Simone Valente on Sunday, March 17, 2019