Festa del papà, bufera per la campagna «Io comunque preferisco la mamma» della Feltrinelli

Il volantino, dopo le polemiche, è stato sostituito sia nei punti vendita fisici sia online 

Festa del papà e si elogia la mamma. Questo il cuore della polemica che ha investito la catena di librerie Feltrinelli che, per la festa del papà, ha lanciato una campagna marketing del tutto atipica. Nell’illustrazione promozionale si vede il ritratto di un bambino sulle spalle del papà che dice: «Io comunque preferisco la mamma» 

Festa del papà, bufera per la campagna «Io comunque preferisco la mamma» della Feltrinelli foto 1

lafeltrinelli.it | Il primo manifesto promozionale per la festa del papà poi ritirato per le polemiche a causa della dicitura "Io comunque preferisco la mamma"

La foto, scattata inizialmente in una libreria di Parma, è subito diventata virale e ha scaldato gli animi dei clienti e degli utenti in rete che hanno reputato offensivo il messaggio lanciato dalla storica casa editrice. Lo slogan è stato percepito come una mancanza di rispetto nei confronti dei padri single, oltre che a rappresentare un’occasione persa per affermare la parità di genere e di diritti e doveri nella coppia.

https://twitter.com/statuses/1107977427106627584

 

https://twitter.com/statuses/1107913105697394688

 

https://twitter.com/statuses/1107766231422156800

La campagna iniziale si fondava su una rivisitazione del detto «la mamma è sempre la mamma», ma non ha funzionato. L’immagine è quindi subito stata rimossa dal sito e dai negozi fisici della catena, per essere sostituita con una nuova illustrazione molto più apprezzata: «Il mio papà è un super lettore».

Festa del papà, bufera per la campagna «Io comunque preferisco la mamma» della Feltrinelli foto 2

lafeltrinelli.it | Il secondo manifesto promozionale per la festa del papà che recita "Il mio papà è un super lettore" 

 

https://twitter.com/statuses/1107628025137586176

 

https://twitter.com/statuses/1108022325151260673