Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell’Inps “blasta la gente”

La pagina è stata sommersa da domande, commenti e suggerimenti degli utenti. A un certo punto, la pazienza è finita

Se nella barra di ricerca di Facebook digitate le lettere "i" ed "n" il primo risultato che appare è la pagina "Inps per la famiglia", una delle più cercate delle ultime ore. A farne le spese è stato il social media manager, sopravvissuto con difficoltà a un profluivio di domande, commenti e suggerimenti – spesso sbagliati – sul reddito di cittadinanza. La pazienza, però, a un certo punto si è esaurita. E il risultato è stato divertentissimo.

Il social media manger ha cominciato a "blastare la gente", come si dice in questi casi. Un esempio? A un utente che gli chiedeva insistentemente come poter ottenere il pin per accedere al reddito, il moderatore risponde: «Basta chiederlo a Poste o a Inps. Oppure è troppo impegnata a farsi i selfie con le orecchie da coniglio?». Ecco i commenti più divertenti:

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps

 

 

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps

 

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps

 

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps

 

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps

L'indice di gradimento per il social media manager è salito a mano a mano che aumentavano i suoi commenti: «Sto disdicendo Netflix perché tutto questo è splendido»; «Ragazzi, occhio, che Zoro vi dedica una puntata di Propaganda Live». E ancora «Popcorn per tutti», «Questa pagina è più avvincente del Codice da Vinci».

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps

Leggi anche