Lapsus (o forse no) di Salvini: «Governo durerà 4 mesi»

Il ministro dell’Interno sarebbe furibondo per gli attacchi del Movimento 5 Stelle sul caso Siri: «Quei grillini sono delle m…»

Il governo sarebbe a un punto di rottura mai raggiuntofino a oggi. Il caso del sottosegretario Siri, indagato per corruzione e le presunte pressioni della sindaca Raggi per modifiche al bilancio dell'Ama, avrebbero scatenato una guerra fra le due forze che sostengono l'esecutivo.


Un lapsus, o forse, visto il clima delle ultime ore, un messaggio in codice, quello che il ministro dell'Interno "regala" ai cronisti. Con riferimento alla crisi di governo ventilata dall'altro vicepremier Luigi Di Maio, dichiara:«Questo governo per quanto riguarda me e la Lega va avanti fino in fondo. Se qualcun altro ha dei dubbi, chiedete a qualcun altro. Questo governo sta facendo bene e può andar avanti bene per altri quattro mesi». Poi correggere:«anni».

Parole che fino a poche ore fa sarebbero state interpretate come un semplice errore. Se non fosse che fra Lega e 5 Stelle qualcosa potrebbe essersi veramente rotto. Secondo quando riportatodal quotidiano Il Messaggero, Salvini avrebbe scritto ai suoi in un sms, in merito,appunto, alle reazioni dei pentastellati alle indagine su Armando Siri:«Quei grillini sono delle m…».

Clima tesissimo anche all'ultimo Consiglio dei ministri a Reggio Calabria. I due vicepremier non si sarebbero scambiati neanche un saluto e Salvini avrebbe mandato un messaggio agli alleati, con Conte come intermediario:«Dì a quello che dopo le elezioni facciamo i conti…». Ma non è tutto. Anche se pubblicamente Salvini getta acqua sul fuoco, sembra, sempre secondo i messaggi privati ai suoi riferiti da Il Messaggero, che il ministro dell'Interno sia sul piede di guerra:«Quegli scappati di casa, quei mascalzoni che fanno i giustizialisti quando pare a loro». Insomma, la fiducia sarebbe ai minimi termini.

A muoversi sarebbe stato anche Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del consiglio e uomo fortissimo di Salvini, a cui, secondoquanto riportato, l'accordo di governo con i 5 Stelle sarebbesempre stato stretto. Giorgetti avrebbe contattato i vertice di Forza Italia, forse lo stesso Berlusconi, annunciando che ci si troverebbe a un passo da una frattura insanabile. Insomma, a breve si potrebbe ricostituire l'alleanza elettorale precedente al 4marzo 2018 e che è uscita vittoriosa dalle scorse tornate regionali.

Insomma, parrebbe smentito chi da mesi sostiene che quello fra Di Maio e Salvini sia un gioco delle parti, un modo per affrontare la compagna elettorale verso le europee cercando di portare i temi cari al proprio elettorato, senza doverli troppo edulcorare per esigenze di governo. O forse, ciò che ha trasformato in tattica politica calcolatauno scontro aperto, sono proprie le vicende giudiziarie, come sempre esplosive per la politica italiana, soprattutto quando di mezzo c'è il capo d'imputazione «corruzione».