I vandali della cappella dell’Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani – Video

di

Circola online il video di un agente di polizia intervenuto nell’arresto di due stranieri che hanno vandalizzato una chiesa a Cesena. Erano due extracomunitari nemici della cristianità? No, la storia è un’altra

In queste ore sta circolando un video, probabilmente registrato da uno degli agenti delle forze dell'ordine, dove viene mostrata la cappella dell'Istituto Lugaresi di Cesena devastata da due stranieri ubriachi, visibili nel video ammanettati a petto nudo nel giardino appena fuori dall'edificio. 

Il video era stato caricato alle 12:21 nella pagina Facebook di Gianni Tonelli, ex sindacalista e deputato della Lega. Secondo qualche utente, come la candidata alle elezioni europee Vallì Cipriani della Lega, sostiene che siano stati due extracomunitari che avrebbero offeso «le nostre profonde radici cristiane». 

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 1

Anche il giornalista Cesare Sacchetti pubblica il video parlando di discriminazione verso la Chiesa Cattolica e mettendo in mezzo anche Papa Francesco: «Questo è il trattamento riservato ad una Chiesa cattolica a Cesena da due migranti. Dissacrazione completa. Bergoglio ha costruito ponti d'oro a coloro che sono entrati con il solo scopo di distruggere la cultura e la religione cristiana».

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 2

Su Facebook pagine come Identità Italia parlano di integrazione e sostengono che i vandali siano entrati durante la messa:

DOMENICA DI INTEGRAZIONE E PREGHIERA …SI FA PER DIRE!

Cesena, Lugaresi. Stamattina due migranti tanto cari a Bergoglio entrano in chiesa durante la messa e devastano tutto. Guardate!

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 11

Chi sono i colpevoli

I colpevoli non sono due extracomunitari, sono due rumeni che fanno parte della comunità rumena della zona che in quella stessa chiesa avevano celebrato la Pasqua ortodossa. Si nota la bandiera della Repubblica di Romania in due diversi punti della Chiesa.

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 3

I vandali erano ubriachi e, da quanto si apprende, stavano litigando tra di loro. A fornire queste informazioni è Marco Censi, direttore dell'Istituto dei Lugaresi di Cesena, che spiega ad Adnkronos quanto accaduto:

Sono stati due romeni ubriachi, dopo i festeggiamenti della pasqua ortodossa, a introdursi nella chiesa dell'Istituto dei Lugaresi a Cesena. Hanno rotto vetri e alcune panche, si sono tagliati. Ma gli estremisti islamici non c'entrano nulla.

[…] i festeggiamenti per la Pasqua ortodossa sono andati avanti fino a tarda notte. Quelle due persone avevano bevuto troppo.

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 4

Facebook |

Marco Casali, che si trovava insieme a Marco Censi sul luogo per verificare quanto accaduto, scrive un post Facebook dove spiega che si trattava di due parrocchiani in preda ai fumi dell'alcol:

ACCADIMENTO ISTITUTO LUGARESI DI QUESTA MATTINA

Proprio in questo momento ho verificato insieme al direttore Marco Censi dell'istituto Lugaresi, la situazione dei brutti fatti occorsi questa mattina nella chiesa in concessione agli ortodossi.

Dalla sua diretta testimonianza ho appreso che due parrocchiani, in preda ai fumi dell'alcol, si siano azzuffati e abbiano messo a soqquadro la loro stessa chiesa.

Sono comunque in corso le indagini.

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 6

Lo stesso Marco Censi invita a «non dare all'episodio connotati che non ha, ma ormai è tardi». Nel frattempo, il sito di disinformazione xenofobo e intollerante Voxnews riporta  alcune parti della vicenda, prendendo informazioni dai vari articoli come quello de Il Giornale, evitando appositamente di informare i propri lettori sulla nazionalità dei due ubriachi e la loro religione.

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 5

Nonostante queste informazioni, Don Lazzara – in un suo tweet delle 20:23 del 28 aprile 2019 - mette in mezzo i media:

Sotto il manto della "pazzia e dell'alcool", 2 stranieri hanno profanato la Chiesa dell'#IstitutoLugaresi di #Cesena. Naturalmente i #media per non creare altro "clima d'odio a sfondo religioso", derubichera' questo atto sacrilego alla capacità di non intendere degli aggressori.

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 9

Le reazioni degli utenti

Questo genere di comunicazione ha innescato le discussioni sui clandestini, come nel tweet di Mara che risponde a quello di Sacchetti:

Il guaio è che continua fino alla nausea! Aprire le porte ai migranti (clandestini) sembra una fissa e intanto gli italiani muiono per strada e tutti zitti. Io penso che " armiamoci e partite" sia molto comodo, cominci ad aprire le porte, ltalia ha già generosamente dato, troppo.

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 7

C'è chi, invece, tira in ballo i presunti «nostri padroni»:

forse i nostri padroni: Merkel Macron Anticristo Bilderberg Soros Saud Riad Erdogan NWO NATO FED FMI sharia: non hanno lasciato a @Pontifex_it altra alternativa: che strisciare!

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 8

Secondo Enrico, che risponde al tweet di Don Lazzara, si sarebbero inventati la rissa in chiesa:

Questa sera mi sono guardato appositamente Rai3 emilia-romagna. Questi maledetti si sono inventati che questi due hanno fatto una rissa in chiesa

I vandali della cappella dell'Istituto Lugaresi sono comunitari e cristiani - Video foto 10

Conclusioni

Visto quanto riscontrato:

  • i colpevoli non sono extracomunitari, ma due rumeni della comunità rumena locale;
  • entrambi erano parrocchiani della comunità religiosa cristiano ortodossa locale, non due islamici o vandali contro le altrui religioni;
  • i due erano ubriachi e hanno litigato tra di loro.

 

Insulti islamofobi a candidata M5S nell'Avellinese

Leggi anche