Beppe Grillo parteciperà al convegno dei terrapiattisti: «Cervelli che non scappano davanti a nulla»

L’evento si chiama «Terra piatta: tutta la verità» ed è in programma a Palermo il 12 maggio. Non si parlerà solo della forma del nostro Pianeta. Tra i temi affrontanti ci saranno anche lo sbarco sulla Luna, l’energia libera e l’egocentrismo della Stella Polare

«I terrapiattisti sono cervelli che non fuggono». Forse provocatorio, forse ironico, forse deciso. Beppe Grillo ha annunciato con un post sul suo profilo Facebook che parteciperà a Terra piatta: tutta la verità, il convegno che si terrà a Palermo domenica 12 maggio. Se mai doveste incontrare qualcuno dei relatori per strade o a cena, noi di Open abbiamo scritto una guida per rispondere punto su punto alle loro tesi.

Programma e intenzioni dei relatori sono diventati virali nelle ultime settimane. Scopo dell’evento è soprattutto quello di dimostrare che la forma della Terra non è quella di un geoide, ma piuttosto quella di un disco, con ai margini una barriera di ghiaccio alta centinaia di metri.

Le parole del fondatore del Movimento 5 Stelle

Difficile pensare che Beppe Grillo si stia convincendo che la Terra èpiatta. Il motivo della sua adesione sembra essere un altro: «Ho deciso di partecipare, a maggio, al primo congresso dei terrapiattisti italiani. Voglio stare in mezzo aun po’ di cervelli che non scappano davanti a nulla, nessun pregiudizio, nessuna legge della fisica é definitiva».

CERVELLI CHE NON FUGGONO, NON ARRETRANO NEMMENO, ANZI…Ho deciso di partecipare, a Maggio, al primo congresso dei…

Posted by Beppe Grillo on Saturday, April 27, 2019

Durante il convegno cinque esperti si alterneranno per affrontare diversi temi. Si parte ovviamente dalla forma del nostro Pianeta, ma il programma si allarga verso varie derive complottiste. Dalle “bugie” sulla conquista della Luna, a Tartaria (dimenticato impero dei giganti), fino agli esperimenti pratici sulla differenza di pressione tra atmosfera e spazio siderale.

Leggi anche