Il sindaco leghista che chiude le scuole per l’arrivo di Salvini: «Polemiche inutili» – L’intervista

«I miei avversari politici forse non leggono bene. Non ho mica chiuso le scuole dalle 8 di mattina. Ma bisogna considerare i tempi per fare la bonifica, gli eventuali contestatori» spiega Catapano

C’è il tour che ogni leader di partito sta facendo in giro per l’Italia per le amministrative del 26 maggio. E poi c’è San Giuseppe Vesuviano (Napoli). «Salvini sarà qui per un comizio lunedì 6 maggio», annuncia il primo cittadino Vincenzo Catapano al secondo mandato da sindaco, inaugurato un anno fa con il passaggio alla Lega. Però nel comune del napoletano non si va a elezioni anticipate: «InfattiSalvini viene a fare campagna elettorale per le Europee. Non c’è nulla di strano».

Nessuno stupore, dice il primo cittadino, nemmeno se per l’arrivo del ministro dell’Interno ha emanato un’ordinanza comunale per la chiusura delle scuole con una o due ore di anticipo. Studenti a casa entro le 13, per l’arrivo alle 20.30 di Salvini.

«I miei avversari politici forse non leggono bene. Non ho mica chiuso le scuole dalle 8 di mattina. Ma bisogna considerare i tempi per fare la bonifica, gli eventuali contestatori»spiega il sindaco Catapano. Che era tesserato di Alleanza Nazionale, poi eletto nel 2013 con il sostegno di cinque liste civiche di centrodestra fino al passaggio con il Carroccio.

Al primo turno era andato al ballotaggio con il 47% delle preferenze, al ballottaggio al 73%.«Allora le persone hanno votato soprattutto"Catapano", ma alle Europee qui Salvini saràil piùvotato. Ci scommetto».

A criticare l’ordinanza di chiusura delle scuole sono stati alcuni consiglieri regionali dei Verdi: «Restiamo basiti.In pratica le lezioni saranno interrotte a causa di un soggetto, che tra l'altro è anche ministro dell'Interno, che arriverà in città per fare campagna elettorale. Siamo ben oltre l'immaginabile: è una vergogna senza precedenti», sostieneil consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. La visita di Salvini prevede un passaggio in uno stabile confiscato alla camorra e poi il comizio in piazza Garibaldi.

«Se al Sud Salvini sta prendendo votièperchéha ridotto la distanza tra la politica e la gente», sostiene il sindaco leghista. Un tema caro anche al Movimento 5 Stelle.«I 5 Stelle? Nel mio comune praticamente non esistono».

Leggi anche