Venezuela, arrestato il vice di Guaidó, prelevato dall’auto con una gru

di Redazione

Edgar Zambrano è tra i deputati ad aver perso l’immunità. La polizia bolivariana ha prelevato il vicepresidente dell’assemblea mentre si trovava nella sua auto

Si aggiunge un nuovo tassello alla crisi politica venezuelana. Il vicepresidente dell'assemblea nazione Edgar Zambrano è stato arrestato dalla polizia bolivariana. A renderlo noto è lo stesso Guaidó su Twitter: «Allertiamo il popolo del Venezuela e la comunità internazionale che il regime ha sequestrato il primo vicepresidente dell'assemblea nazionale, Edgar Zambrano». Il leader dell'opposizione ha aggiunto che il presidente Nicolás Maduro tenta di «disintegrare il potere che rappresenta tutti i venezuelani, ma non ci riuscirà».

https://twitter.com/statuses/1126263357504413697

Guaidó ha denunciato che il servizio bolivariano di intelligence ha «sequestrato» il vicepresidente dell'assemblea nazionale Edgar Zambrano, a cui era stata revocata l'immunità. All'arrivo della polizia il deputato si è rifiutato di scendere dalla sua auto e gli agenti del Sebin avrebbero usato un'autogrù per portalo via.

La denuncia dell'operazione di polizia è stata formulata dal deputato Oscar Rondero, dirigente del partito Acción Democrática, secondo cui all'arrivo della polizia Zambrano si è rifiutato di scendere dalla sua auto e gli agenti del Sebin allora hanno usato una gru per portarlo verso il carcere di El Helicoide. Zambrano è uno dei sette deputati a cui l'assemblea nazionale costituente ha revocato due giorni fa l'immunità per aver partecipato al tentativo di sollevamento militare del 30 aprile.

Gli Stati Uniti hanno minacciato «conseguenze» se le autorità venezuelane non libereranno Edgar Zambrano. Nel suo account su Twitter, l'ambasciata statunitense parla di arresto «illegittimo e inescusabile».

Tra i deputati a cui è stata levata l'immunità c'è anche Marianela Magallanes, sposata a un italiano e in attesa della cittadinanza, che ha trovato rifugio nell'ambasciata italiana a Caracas.