Prof. sospesa a Palermo, Salvini: «Spero torni a scuola quanto prima»

di OPEN

Il ministro dell’Interno è intervenuto sulla questione della docente sospesa, annunciando di volerla incontrare durante la sua visita a Palermo, prevista per giovedì 23 maggio. L’insegnante: «Pronta a incontrare Salvini»

Matteo Salvini si espone sulla vicenda della professoressa di Palermo sospesa da scuola per un video prodotto da alcuni suoi alunni in cui le leggi razziali vengono paragonate al decreto sicurezza. «Il paragone con il fascismo è forzato e irrispettoso», dice Matteo Salvini, ma afferma anche di voler incontrare la docente che spera torni presto a scuola. 

«Giovedì prossimo sarò a Palermo a testimoniare la lotta alla mafia e per onorare la memoria del giudice Falcone e dei caduti della strage di Capaci. Sono sicuro, e ne sarei felice, che ci sarà anche modo di incontrare la professoressa Rosa Maria Dell’Aria, che mi auguro possa tornare quanto prima al suo lavoro a scuola, e gli studenti di quella scuola per spiegare cosa sto facendo per la sicurezza del mio Paese e la distanza abissale tra le mie idee e progetti e le leggi razziali del periodo fascista», dice il ministro dell’Interno. 

Dunque pur condannando il contenuto del video, la posizione di Salvini verso la docente è più morbida rispetto a quella della sottosegretaria alla cultura, Lucia Borgonzoni, che è arrivata a chiedere per la professoressa l’interdizione a vita dall’insegnamento. Richiesta a cui il Movimento 5 Stelle ha risposto accusando la Lega di censura

L’insegnante: «Pronta a incontrare Salvini»

La docente ha colto l’invito del ministro dell’Interno e si è detta pronta ad incontrarlo. «Non ho alcuna remora ad incontrare il ministro Matteo Salvini, se può essere un’occasione di dialogo e di confronto che ben venga. Certamente sono disposta ad ascoltarlo assieme ai miei studenti», ha detto Rosa Maria Dell’Aria.

Leggi anche: