Prof. sospesa, il M5s accusa la Lega di censura: «Vi piacciono solo i cittadini indottrinati?»

di Redazione

Luigi Gallo, presidente della Commissione cultura del M5s, ha lanciato un duro attacco su Facebook agli alleati di Governo, annunciando l’apertura di una commissione parlamentare

Le slide di un gruppo di un gruppo di studenti di Palermo diventano materia di scontro – l'ennesima – tra Lega e Movimento 5 Stelle. 

Parliamo del lavoro di classe realizzato in occasione della giornata della memoria in cui compare un paragone fra le leggi razziali e il decreto sicurezza voluto dal ministro dell'Interno Salvini.

Per quel paragone, la docente di italiano che ha commissionato il compito, Rosa Maria dell'Aria, è stata sospesa e le è stato dimezzato lo stipendio. In un'intervista a Open, la professoressa ha definito la scelta di inserire Salvini «infelice», pur ammettendo che la vicenda è stata strumentalizzata.

Ma il Movimento Cinque Stelle ora parla di censura, rispondendo all'ispezione ordinata dal ministro dell'Istruzione (leghista) Marco Bussetti e a un post della sottosegretaria alla cultura, Lucia Borgonzoni, che era arrivata a chiedere la cacciata «con ignominia» della docente e l'interdizione a vita dall'insegnamento.

La risposta a questo attacco arriva dal deputato e presidente della commissione Cultura Luigi Gallo che, con un durissimo post su Facebook, accusa gli alleati di aver compiuto un atto grave e di voler approfondire la questione con un'interrogazione parlamentare.

Piacciono solo i cittadini indottrinati? Obbedienti e quindi incapaci di costruire un mondo migliore di quello che…

Pubblicato da Luigi Gallo su Venerdì 17 maggio 2019

«Piacciono solo i cittadini indottrinati? Obbedienti e quindi incapaci di costruire un mondo migliore di quello che ereditano, di spingerci oltre i diritti già conquistati?», si chiede Gallo. 

«Noi lavoriamo – continua – affinché gli studenti abbiano un pensiero critico, sviluppino ragionamenti indipendenti e imparino a pensare con la propria testa. E il Ministero della Lega cosa fa? Li censura. Un atto veramente grave e per questo il M5S ha depositato un interrogazione a prima firma Vittoria Casa»

La vicenda è cominciata dopo che un attivista di destra di Monza, che aveva ottenuto un video della presentazione degli studenti, ha inviato il materiale al ministro dell'Istruzione Marco Bussetti della Lega. A quel punto, il ministero ha avviato l'ispezione che ha portato alla sospensione della docente.