Trenta artisti donano le loro opere per l’Europa

Da Marina Abramović a Francesco Vezzoli: «per i valori, la cultura e gli ideali di un’Europa unita»

Contro i nazionalismi, per i valori, la cultura e gli ideali di un’Europa unita. 30 importanti artisti, in vista delle elezioni, hanno donato un’opera a testa alla causa europea. Gli artisti, da Marina Abramović all’italiano Francesco Vezzoli, espongono i loro quadri, fotografie e installazioni alla galleria londinese Thaddaeus Ropac fino al 23 maggio.

Le opere saranno poi vendute all’asta il 3 giugno, e il ricavato, come deciso da Bernard-Henri Lévy, ideatore del progetto, andrà alla fondazione Hexagon society per finanziare progetti artistici europei.

Marina Abramovic. La famiglia A, dalla serie 8 lezioni sulla vuotezza con un lieto fine, 2008

«Sono un’artista nomade. Viaggiare ed esplorare posti nuovi è sempre stato essenziale per la mia arte e per il mio stile di vita. L’Europa è stata la mia prima destinazione, ha rappresentato un tipo di libertà che mi era completamente nuova, venendo dall’ex-Yugoslavia. I ricordi che ho del mio soggiorno ad Amsterdam con Ulay e dei nostri viaggi a bordo del nostra vecchia Citroen motivano oggi la mia passione per gli ideali europei».

Marina Abramović
Credits: Juergen Telle L’attrice inglese Kristin Scott Thomas con una felpa con cappuccio della comunità europea fotografata da Juergen Telle, 2017
Crediti: Elmgreen & Dragset
Anger Management, 2018
Crediti: Francesco Vezzoli
Il ratto d’Europa featuring Marine Le Pen (after Guido Reni), 2019
Crediti: Jan Fabre
Francobollo In Varietate Concordia (Stamp II), 2019

Leggi anche