Austria, sfregiate (di nuovo) le foto dei superstiti della Shoah

Questa volta le immagini della mostra del fotografo italiano sono state sfregiate con i coltelli

I volti del sopravvissuti della Shoah sono stati sfregiati. La mostra di Luigi Toscano è stata presa di mira (di nuovo): gli scatti del fotografo italiano sono stati danneggiati, per la terza volta.

A denunciare l’accaduto è stato lo stesso fotografo sulla sua pagina Facebook. Toscano ha condiviso le foto rovinate con la didascalia: «Sono solo senza parole, di nuovo c’è stato un attacco alle mie foto. Né la polizia né il ministero dell’Interno austriaco sono in grado di proteggere».

Sulla questione è intervenuto anche il presidente Alexander van der Bellen che ha parlato di «più profonda preoccupazione». Intanto un gruppo di volontari si è offerto di sorvegliare la mostra allestita nel centro di Vienna

I precedenti episodi

È la terza volta che l’esibizione viene presa di mira. Le fotografie erano già state state sfregiate con svastiche, scritte antisemite e coltelli. Sulle immagini era comparsa anche la scritta: «1 Jesus = 6000000», con riferimento ai sei milioni di ebrei uccisi nei Lager nazisti.

La mostra

La mostra dal titolo “Per non dimenticare” è un’iniziativa del Centro ESRA, che cura da 25 anni la sopravvivenza della memoria dei sopravvissuti alle persecuzioni naziste. Luigi Toscano, fotografo italiano di origine tedesca, ha voluto raccontare in oltre 200 scatti il vissuto e la sofferenza dei sopravvissuti. Per realizzare le immagini toscano ha viaggiato per un anno tra Germania, Stati Uniti, Ucraina, Russia e Israele.

Leggi anche: