Rino Gattuso lascia il Milan e rinuncia a due anni di stipendio. Ecco perché

«Lasciare il Milan non è stato semplice», ha detto l’allenatore ed ex giocatore rossonero

È il giorno degli addii nel mondo del calcio: il Milan non sarà più come prima. Si dimettono l’allenatore Rino Gattuso e il dirigente Leonardo col rischio, però, che il prossimo ad andar via sia Paolo Maldini.

A comunicare l’interruzione consensuale del rapporto professionale tra AC Milan e Gennaro Gattuso è la stessa società rossonera in una nota: il club, adesso, dovrà avviare un «processo di selezione per il nuovo allenatore a cui affidare il team in vista della tournée estiva del Torneo ICC, del campionato di serie A, della Coppa Italia e della prossima edizione di UEFA Europa League».

«Grazie Rino»

La squadra, in una nota, lo ha ringraziato per l’ottimo lavoro svolto negli ultimi 18 mesi subentrando «alla guida del club in un momento difficile, migliorando la performance della squadra». «Rino ha dato tutto se stesso, portando il Milan al più alto punteggio in classifica dalla stagione 2012-2013. Ha lavorato senza sosta, assumendosi sempre tutte le responsabilità, ponendo il club al di sopra di qualunque altro interesse. Dal profondo del cuore: grazie Rino», queste le parole di Ivan Gazidis, amministratore delegato di AC Milan.

Anche Leonardo va via dal Milan

Anche Leonardo Nascimento de Araujo va via. Il manager era stato incaricato della gestione dell’area sportiva lo scorso luglio «occupandosi delle attività legate alla campagna acquisti». Per l’ad del Milan, «ha messo il cuore per gestire una congiuntura complicata e ha trasmesso la sua energia e la sua ambizione a tutta la squadra».

La reazione di Rino Gattuso

«Decidere di lasciare la panchina del Milan non è semplice. Ma è una decisione sofferta, ma che dovevo prendere», ha detto Gattuso, che in un’intervista a Repubblica ha spiegato il motivo per cui ha rinunciato a due anni di stipendio: «Rinuncio a due anni di contratto? Sì, perché la mia storia col Milan non potrà mai essere una questione di soldi». Secondo il Corriere della Sera, Ringhio lascerà sul tavolo 11 milioni di euro lordi non solo per il bene della società, ma anche per permettere al suo staff di percepire uno stipendio fino al 2021, anno in cui il contratto sarebbe scaduto.

Perché Gattuso e Leonardo hanno lasciato il Milan

I motivi del loro addio? Vedute diverse sulle prospettive future della squadra rossonera. Nessuna polemica, nessuna tensione. Adesso l’obiettivo è rendere il Milan più “young”.

Leggi anche: