Camicia, jeans e grafiche in stile Leopolda. Renzi raduna i fedelissimi: «Fondi russi alla Lega? Solo chiederli è alto tradimento» – Il video

Il suo evento “Non è una fake news” ha fatto sold out al teatro Elfo Puccini di Milano

Sold out. Oltre mille persone in sala per aspettarlo. Presenti Giuseppe Sala, Maria Elena Boschi, Ettore Rosato e Roberto Giachetti. Tutti per lui, per l’incontro Non è una fake news. Matteo Renzi sale sul palco del teatro Elfo Puccini di Milano a metà pomeriggio.

Una conferenza in stile Leopolda. Jeans e camicia bianca, immagini e video che scorrono in background e grafiche accattivanti. Renzi attraversa tutti i fascicoli più delicati affrontanti dal governo Conte negli ultimi mesi: caso Tap, Ponte Morandi, banche, Alitalia e presunti fondi russi alla Lega.

Le Olimpiadi Invernali del 2026: «Mi dispiace che siano a Milano»

Una delle polemiche da cui parte Renzi è quella che aveva coinvolto Roma e le Olimpiadi del 2024. Nell’estate del 2016 Roma era ha ritirato la sua candidatura alle Olimpiadi, una mossa sostenuta dal Movimento Cinque Stelle. Allesandro Di Battista nel giungo 2016 aveva dichiarato che farle «Sarebbe da irresponsabili».

Ricordando questo episodio, l’ex premier Pd commenta così i complimenti fatti da Virginia Raggi e Chiara Appendino alla vittoria del tandem Milano-Cortina alle Olimpiadi Invernali del 2026: «Mi dispiace che siano a Milano, Roma era favorita per quelle del 2024. Senza voler dare addosso a quelle due ragazze, il modello culturale dei Cinque Stelle si basa sul pressappochismo e sul cialtronismo e porta a dire no a cose che sono importanti»

Il caso Atlantia: «Dicono che non gli sono sicuri e poi gli danno gli aerei»

Renzi passa anche attraverso tutta la vicenda del Ponte Morandi e in particolar modo sulle responsabiltà attribuite ad Atlantia dal vicepremier Luigi Di Maio e in generale da tutto il Movimento Cinque Stelle. Critiche che sono sembrante in contrasto con le scelte fatte dal governo per un altra vicenda, quella di Alitalia.

I presunti fondi russi alla Lega: «È alto tradimento»

Il monologo dal palco si è soffermato a lungo sulla questione dei presunti fondi russi affidati alla Lega di Matteo Salvini. E l’opinione di Renzi, su questo, è stata molto netta: «Non credo che la Lega abbia preso quei soldi ma non credo nemmeno che questo sia il punto. Il punto è che membri della delegazione del vicepremier e ministro dell’Interno quei soldi ai russi li hanno chiesti».

Leggi anche: