Estate Tech, cinque gadget per affrontare qualsiasi viaggio

Compatti, ingegnosi e (spesso) economici. Gli oggetti che possono svoltare le nostre vacanze

Sole, giornate all’aperto, tormentoni estivi che si fanno ascoltare davanti al reparto surgelati del supermercato. L’estate è arrivata e forse nel budget per i viaggi che abbiamo in programma è meglio riservare lo spazio anche per qualche gadget tecnologico.

Sono lontani i tempi in cui le vacanze facevano paura alla nostra tecnologia. Basta pensare agli smartphone. Fino a qualche anno fa bastava poco per comprometterli. Qualche schizzo di acqua salata, una manciata di granelli di sabbia o una caduta per terra in una serata movimentata e lo schermo si trasformava in una ragnatela di crepe.

Ora che siamo un po’ più sicuri, che la maggior parte degli smartphone è equipaggiata con Gorilla Glass e ha una certificazione Ip 68, è il momento anche di concentrarsi su altri oggetti che potrebbero rendere ancora più comode le nostre vacanze

Xiaomi Mi Band 4, la conferma di un modello ecomico

Lo sappiamo. Le smart band non sono ancora eleganti come gli orologi analogici. Grandi poco più di un pass per una serata, difficilmente hanno lo stesso fascino di un oggetto che segna il tempo con lancette e numeri incisi sul qudrante. Magari poco adatte per un appuntamento elegante, possono essere invece molto comode per una vacanza all’aria aperta.

Foto: Xiaomi | Xiaomi Mi Band 4

La Mi Band 4 è il nuovo modello della fortunata serie Mi Band, le smart band prodotte dal marchio cinese Xiaomi. Ha tutte le funzioni di un orologio per il fitness: contapassi, battito cardiaco, conteggio delle calorie bruciate e misuratore del sonno. È compatta, resistente all’acqua e ha autonomia. Questo modello, a differenza dei precedenti, è anche equipaggiato con un display a colori.

Mini Flexible Tripod, il treppiede che si avvinghia a ogni superficie

Che senso ha fare un viaggio e tornare a casa solo con foto brutte? Gli smartphone ormai montano ottime fotocamere e con qualche trucco è possibile ottenere risultati quasi professionali. Uno dei loro problemi più grandi, soprattutto per i video, rimane la stabilizzazione.

Foto: K&F Concept | Mini Flexible Tripod

Anche per chi ha la mano più ferma, dopo qualche minuto di video il telefono comincia a traballare rovinando la qualità delle riprese. Senza contare il problema autoscatto. Quando non ci si accontenta dell’inflazionato selfie, tenere il telefono in piedi per scattare una foto a distanza mette a dura prova le nostre competenza di ingegneria civile.

Il Mini Flexible Tripod di K&F Concept si può agganciare a qualsiasi superficie. L’idea ricorda ovviamente quella del più noto GorillaPod di Joby, ma con un design più compatto. Le gambe del treppiede sono flessibili eppure hanno comunque un aspetto tubulare.

RavPower, la power bank che si ricarica con il sole

Campeggio sulle Dolomiti, trekking sul Cammino di Santiago o traversata in moto fino a Capo Nord. Certo, c’è sempre la pensione Ortensia a Gatteo Mare ma una vacanza tutta all’aria aperta merita di essere provata, almeno una volta. Se fosse l’estate del 2001 potremmo metterci in tasca un Nokia 3310 e non preoccuparci di niente.

Foto: RavPower | Power bank ricaricabile con pannelli solari

18 anni dopo i nostri smartphone hanno bisogno di essere ricaricati ogni giorno. Le batterie si sono fatte più capienti ma sono sempre alla rincorsa di un hardware che continua a migliorare le sue prestazioni. Per questo, a meno di sfruttare un’eterna modalità aereo, non è una cattiva idea pensare di mettere nel nostro zaino qualcosa che ci permetta di usare lo smartphone anche quando le prese di corrente sono difficili da trovare.

RAVpower ha creato una power bank che si ricarica con l’energia solare. La sua capienza è di 15mila mAh, abbastanza da garantire almeno quattro cariche a qualsiasi modello di smartphone. In più, questa batteria esterna è ricoperta con un panello solare. Alcuni blogger lo hanno testato, dimostrando che in circa due giorni è possibile accumulare almeno una carica completa per lo smartphone.

Kindle Paperwhite, i romanzi sotto la pioggia

Leggere sotto il sole, magari seduti sul bordo di una piscina, con i piedi a mollo è uno dei passatempi migliori dell’estate. C’è però sempre il rischio di non sapere mai come andrà a finire il nostro libro per una caduta accidentale nell’acqua. Senza contare che libri troppo lunghi possono risultare parecchio ingrombranti quando si vuole viaggiare leggeri.

Foto: Amazon | Kindle Paperwhite

Kindle Paperwhite è l’ultimo modello di e-reader prodotto da Amazon. Ha uno schermo da 6” e 8 Gb di memoria interna. Poco per quello a cui siamo abituati ma quando il materiale da conservare è fatto solo da documenti di testo è uno spazio quasi equiparabile a quello di una piccola biblioteca comunale. Oltre a essere compatto è anche impermeabile.

Polaroid OneStep 2 Stranger Things edition, perfetta con i Demogorgoni

Forse più che gadget tech, qui entriamo nel mondo dei gadget nerd. A nostra discolpa, era difficile evitare in questa guida il nuovo modello di Polaroid: la OneStep 2 Stranger Things edition. Forse il rilancio delle istantanee si accompagna alla stessa nostalgia che ci ha fatto riscoprire i filtri vaporwave, i pantaloni a zampa e le magliette con le stampe kitsch vendute al mercato. Ma qui c’è qualcosa di più.

Foto: Polaroid | OneStep 2 Stranger Things edition

Questa fotocamera è ispirata alla serie televisiva che negli ultimi giorni sta intasando Netflix con la sua terza stagione. Oltre ai colori diversi dai modelli tradizionali, da notare il particolare delle scritte stampate al contrario. Sulla base della fotocamera ci sono poi tutte le istruzioni per scattare un ottimo ritratto di un Demogorgone, vi dovesse mai capitare di aprire un portale con una dimensione parallela.

Leggi anche: