New York, 29enne accetta la sfida: un anno senza smartphone in cambio di 100 mila dollari

La ragazza ha detto di vivere una «delle più belle esperienza della mia vita»

Niente smartphone per un anno in cambio di 100 mila dollari. Una sfida, ai limiti dell’impossibile visti i tempi in cui viviamo, ma che è stata accettata da una newyorkese, Elana Mugdan, 29 anni, che ha deciso di aggiudicarsi il premio rinunciando ad app e Whatsapp e che, ad oggi, ha già raggiunto sette mesi di astensione dalla tecnologia.

La ragazza era stata selezionata a dicembre da un’azienda che produce acqua vitaminizzata, tra le centomila domande presentate. Perché Elana non barasse in alcun modo, le è stato requisito l’iPhone, rimpiazzato con un telefono vecchio stile, di quelli con cui si possono inviare solo sms e fare chiamate.

Elana ha detto di vivere una «delle più belle esperienza della mia vita»; a cinque mesi dal traguardo. L”unico luogo da cui può accedere ad internet è il computer di casa sua.

«Stare senza smarthpone», ha raccontato in un’intervista alla Cnn, «ti dà una grande libertà. Mi ha aperto gli occhi e fatto cambiare alcune cattive abitudini che avevo». Una rosea esperienza fino a un certo punto, perché se l’assenza del web le ha concesso maggiore libertà da una parte, le ha complicato l’esistenza dall’altra.

Elana ha infatti raccontato di essere rimasta bloccata, un giorno, all’aeroporto di Seattle per aver scritto male un numero di telefono, «non avevo la possibilità di chiamare Uber, andare sui social per contattare quella persona, e non sapevo cosa fare», ha detto.

Un’altra volta, come da lei dichiarato, si è smarrita in auto in una zona sconosciuta e non avendo il Gps ha rischiato di passare la notte dentro la macchina. In più, non scambiare messaggi e foto sui social con gli amici l’ha fatta sentire «disconnessa», fuori dal mondo.

E alla domanda se, una volta finita la sfida, tornerà alle vecchie abitudini, la giovane newyorkese ha detto: «Non tornerò più allo smartphone. Dovessi avere Internet, sono sicura che ricomincerei da capo e non voglio buttare via il mio tempo».

Leggi anche: