Terni, 33enne ruba una pistola e spara agli agenti: un carabiniere ferito – Il video

Il carabiniere non è in pericolo di vita. Salvini: «Urgente approvare dl Sicurezza bis»

Nel centro storico di Terni, un carabiniere è rimasto ferito a una gamba dopo esser stato raggiunto da un colpo di pistola. A esploderlo un 33enne domenicano già noto alle forze dell’ordine e fermato per un normale controllo dalla polizia locale.

L’uomo era stato fermato per un normale controllo dalla polizia locale ma, dopo aver aggredito gli agenti con calci e pugni, è stato richiesto il supporto della pattuglia dei carabinieri. L’uomo, durante la colluttazione con gli agenti, si sarebbe impossessato di un’arma  di servizio e avrebbe poi sparato agli agenti.

Una vigilessa, presente al momento della sparatoria, ha dichiarato: «Con la pistola ad altezza d’uomo ha sparato cinque colpi muovendo le braccia a semicerchio. Non so come non ci abbia ucciso tutti». La dinamica della sparatoria resta tuttavia ancora da chiarire.

Il commento di Matteo Salvini

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato l’accaduto esprimendo solidarietà al carabiniere ferito: «Un grazie e un grande abbraccio alle donne e agli uomini in divisa che – conclude – in tutta Italia e tutti i giorni, rischiano la vita per difendere la sicurezza dei cittadini perbene». «Il decreto sicurezza bis punisce più severamente chi aggredisce le forze dell’ordine – ha aggiunto il vicepremier leghista – non vedo l’ora che sia convertito in legge. E non mollo sulla guerra totale allo spaccio e al consumo di droga: altro che liberalizzazione come vorrebbe qualcuno».

Leggi anche:

Leggi anche