Il governatore di Porto Rico annuncia le dimissioni dopo lo scandalo dei messaggi razzisti e sessisti

Nella chat, Rosellò si faceva beffa dei morti provocati dall’uragano Maria che nel 2017 aveva devastato l’isola

Il governatore di Porto Rico, Ricardo Rossellò lascia l’incarico. Dopo le proteste di massa per il RickyLeaks, Rossellò ha annunciato le sue dimissioni effettive a partire dal 2 agosto.

La decisione arriva dopo essere stato attaccato pesantemente dall’opinione pubblica per lo scandalo innescato da una sua chat privata apparsa sulla stampa.

Nella chat il governatore parla con alcuni dei suoi più stretti collaboratori esprimendo insulti sessisti e omofobi, piani per screditare la stampa, strategie di propaganda, corruzione e violenza.

Stando alle trascrizioni, Rossellò si faceva beffa dei morti provocati dall’uragano Maria che nel 2017 aveva devastato l’isola; tra le sue mire preferite anche la pop star Ricky Martin definito «un maschilista che va a letto con gli uomini perché le donne non sono all’altezza».

Per Porto Rico è la prima volta che un governatore dell’isola caraibica, che è un territorio non incorporato negli Stati Uniti d’America, si dimette durante il suo mandato cedendo alla pressione del popolo.

Leggi anche: