Magliette della Lega in russo, l’ironia dei militanti è un flop: la traduzione è sbagliata

Sulle magliette verdi compare la frase «Partito di Pontida» sotto l’Alberto da Giussano

Quando ci si rivolge a Google Translator per una traduzione – lo sanno anche gli studenti che lo usano per fare i compiti al liceo – il risultato non è mai affidabile. I militanti della Lega, in occasione della Festa di Pontida, avevano deciso di stampare delle magliette verdi, da vendere come merchandising, con una scritta in alfabeto cirillico. L’idea era quella di ironizzare sul caso dei presunti finanziamenti di Mosca alla Lega. Ma la traduzione di «Festa di Pontida» si è rivelata sbagliata.

Fermata la stampa

«Partito di Pontida» è la traduzione che effettivamente compare sulle magliette. «Per fortuna ne avevamo stampate poche, era una prova – ha ammesso Christian Colleoni, referente della Lega per l’Isola e per la Val San Martino -. Quando abbiamo fatto vedere la scritta ad alcune persone che conoscono il russo ci hanno detto che c’era un errore. Ora le ristamperemo corrette».

Il successo sui social

Nonostante l’errore, in rete sono in molti ad aver gradito l’iniziativa. Tanti hanno chiesto come fare ad acquistarle. «Non abbiamo ancora stabilito un prezzo – aggiunge Colleoni – sarà all’incirca di 15 euro e si potranno acquistare alla Festa di Pontida».

Colleoni, al Corriere, dichiara che si tratta di «una goliardata». «Quell’inchiesta secondo noi – continua – è una boutade, non c’è niente di vero, con tutto il rispetto per chi sta indagando. I nostri rubli sono i nostri volontari che saltano le ferie d’agosto per lavorare gratis alla festa. È con le feste e con il tesseramento che finanziamo le nostre sezioni».

Sullo stesso tema: