Accattonaggio, in Svezia è stata introdotta una licenza per chiedere l’elemosina

Il programma, entrato in vigore il primo agosto sarà un tentativo di «burocratizzare» l’accattonaggio

In Svezia non tutti posso sedersi per terra a chiedere l’elemosina. L’amministrazione comunale di Eskilstuna, città a ovest di Stoccolma, ha deciso infatti di introdurre una norma che obbliga chi chiede denaro in strada di munirsi di licenza.

La novità è nata dall’idea di un consigliere comunale socialdemocratico, Jimmy Jansson. Stando a quanto da lui affermato, il programma, entrato in vigore il primo agosto sarà un tentativo di «burocratizzare» l’accattonaggio provando a «rendere più difficile» la richiesta di denaro alle persone.

«Vedremo dove questo ci porterà», ha detto Jansson ai media locali, aggiungendo che il sistema di autorizzazione dovrebbe aiutare a mettere i senzatetto e altre persone vulnerabili in contatto con le autorità locali, in particolare i servizi sociali.

La licenza, che costa circa 23 euro, sarà valida per un massimo di tre mesi, può essere ottenuta compilando un modulo o online o presentandosi in una qualsiasi stazione della polizia e presentando un documento d’identità. Chi sarà sorpreso a mendicare senza licenza rischia una multa fino a 375 euro.

Leggi anche: