Olimpiadi 2026, l’amore e odio tra Italia-Svezia: quante delusioni (sportive) contro gli scandinavi

Dagli ultimi mondiali, all’europeo del 2004. Continua la sfida tra Italia e Svezia anche per i giochi olimpici

Il conto alla rovescia è partito. A Losanna, alle ore 18, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach annuncerà la sede delle Olimpiadi invernali 2026.

La rivale di Milano-Cortina è la candidatura svedese di Stoccolma-Are, che ha una grande tradizione sportiva anche se non ha mai ospitato i Giochi Olimpici invernali

Sui social sono ore di attesa per la proclamazione del paese ospitante vincitore: su Twitter #Svezia è entrato in tendenza, con molti utenti che stanno ricordando le ultime delusioni sportive azzurre contro gli scandinavi.

Per gli appassionati di calcio il 2-2 tra Svezia e Danimarca agli Europei del 2004 è una ferita che non si è ancora chiusa. Quel “biscotto” eliminò la nazionale di Trapattoni dall’europeo portoghese, vinto poi in finale dalla Grecia.

«Il rischio che la Svezia ci possa battere come ai spareggi dei mondiali, diventerà la nostra maledizione» scrive chi presagisce un’altra sconfitta.

«Stai a vedere che facciamo la fine dei mondiali» aggiunge un altro, ricordando quando la Svezia calcistica ebbe la meglio sulla Nazionale di Ventura negli spareggi per i Mondiali di Russia 2018.

Leggi anche: