Vietate le bottiglie di plastica in aeroporto: la svolta per ridurre i rifiuti parte da San Francisco

L’obiettivo è quello di diventare entro il 2021 il primo aeroporto al mondo “zero waste”, ovvero senza sprechi

Si tratta di una vera e propria svolta per l’aeroporto di San Francisco , uno dei principali scali americani, che ha deciso di proibire la vendita delle bottiglie di acqua in plastica. Nei fatti, tutti gli oggetti in plastica spariranno da ristoranti, chioschi e negozi: una misura che si è resa necessaria per tagliare la produzione di rifiuti e ridurre l’inquinamento.

Dati alla mano, all’aeroporto di San Francisco si vendono circa quattro milioni di bottiglie di acqua in plastica.

Aeroporto zero sprechi

L’obiettivo è quello di diventare entro il 2021 il primo aeroporto al mondo “zero waste”, ovvero senza sprechi. L’unico modo per rifornirsi d’acqua dora in poi sarà attraverso l’uso di stazioni di rifornimento e con bottigliette riutilizzabili.

Il provvedimento, però, non riguarda le bottiglie di altri tipi di bevande, come succhi o bibite gassate.

Leggi anche: