Milan, Correa sempre più vicino. E non dipende dalla cessione di André Silva. Laxalt saluta

I rossoneri hanno incassato il sì dei Colchoneros. L’esterno pronto a trasferirsi all’Atalanta

Angel Correa-Milan si farà. E la presenza del suo agente, Jimenez, in un noto albergo del centro di Milano, è l’ultimo tassello di un puzzle che si comporrà, regalando a Giampaolo la seconda punta di movimento che voleva.


Regalerà, più o meno, perché se è vero che l’Atletico Madrid ha abbassato l’asticella delle pretese (da 55 a 40 milioni di euro), il Milan, che ha tenuto la barra dritta sull’iniziale offerta senza mai farsi prendere dalla frenesia di perdere l’obiettivo, farà il suo sforzo a prescindere dalla cessione di André Silva.

Il suo agente, Mendes, lo sta offrendo, soprattutto in Spagna. Ma in via Aldo Rossi, per quanto speranzosi di trovare una sistemazione all’attaccante portoghese, hanno deciso di accelerare su Correa: meglio non correre rischi e non farsi sfuggire l’arma tattica da infilare nell’arco di Giampaolo.

Laxalt da Champions

Correa avanti con ottimismo, Laxalt ai saluti. L’ex Genoa, ancora più ai margini dopo l’arrivo di Theo Hernandez, dovrebbe legarsi intorno all’ora di pranzo all’Atalanta di Gasperini. Il suo agente, Ariel Krasouski, è atteso a Zingonia in tarda mattinata per incontrare Luca Percassi e Giovanni Sartori, ad e responsabile dell’area tecnica della Dea. Si cercherà di definire un ingaggio che al Milan è intorno ai 2 milioni di euro e che, presumibilmente, a Bergamo sarà leggermente più basso.

https://www.instagram.com/p/B0pvJ8nhTaX/?hl=it

Laxalt, che figura a bilancio Milan per circa 10 milioni di euro, si trasferirà in nerazzurro con la formula del prestito con obbligo di riscatto dopo un numero prestabilito di presenze con la maglia dell’Atalanta. Su Laxalt, 26 anni, resistono ancora gli interessi di Marsiglia e Fiorentina, ma il margine guadagnato nelle ultime ore dalla squadra di Gasperini è decisamente rassicurante.

Foto di copertina Ansa