Mano pesante della Ligue 1: sospesa Nizza-Marsiglia per cori e striscioni omofobi

In Francia linea dura delle Istituzioni. E il protocollo si applica alla lettera

In Francia il protocollo contro ogni forma di razzismo e discriminazione è stato approvato e, al di là della formulazione dei testi, viene applicato alla lettera. La linea dura della Lega Calcio francese emerge anche negli anticipi del terzo turno di Ligue 1. Per la precisione nel corso del derby della Costa Azzurra tra Nizza e Marsiglia, le ex squadre di Mario Balotelli.

L’arbitro Clement Turpin ha sospeso il match nel primo tempo per una decina di minuti, tra il 26′ e il 37′, mandando entrambe le squadre negli spogliatoi. La decisione è stata presa per la comparsa di uno striscione omofobo sulle tribune e per i continui cori di scherno rivolti dagli ultras locali alle Istituzioni.

La situazione è tornata regolare dopo l’intercessione di alcuni giocatori del Nizza, che hanno calmato i propri sostenitori più accesi.

Il primo episodio

Non è la prima volta che in questa stagione si registrano episodi del genere. Il primo in assoluto in Ligue 2 durante Nancy-Lorraine -Le Mans. Anche in quella occasione il direttore di gara ha optato per la sospensione temporanea dopo i ripetuti e vani avvertimenti ai tifosi del Nancy di cessare i cori omofobi. 

Leggi anche: