A$ap Rocky, l’avvocato che lo ha difeso in Svezia è rimasto vittima di un agguato

A sparare diversi colpi sarebbe stata una donna, avvocato anche lei, e che ora si trova in custodia alla centrale della polizia

L’avvocato, Henrik Olsson Lilja, che a Stoccolma ha difeso il rapper Asap Rocky dall’accusa di aggressione, è stato colpito con un’arma da fuoco alla testa e al petto. Ora è ricoverato in ospedale, in condizioni gravi ma stabili.

L’avvocato Henrik Olsson Lilja | Credit: Sky Usa

Secondo il quotidiano svedese Expressen, l’uomo sarebbe stato vittima di un agguato all’interno del condominio in cui vive, nel centro della capitale svedese.

A sparare diversi colpi sarebbe stata una donna, avvocato anche lei, e che ora si trova in custodia alla centrale della polizia. Ma la dinamica della vicenda è ancora da accertare. I testimoni oculari parlano infatti di un uomo che è stato visto lasciare l’abitazione dopo aver avuto una colluttazione con Lilja e il successivo rumore degli spari.

La polizia esclude un legame tra l’episodio appena verificatosi e il caso del rapper. Lilja aveva accettato l’incarico dopo che Asap Rocky, lo scorso 3 luglio, era stato arrestato in seguito a una rissa – verificatasi il 30 giugno – durante uno dei suoi concerti, a Stoccolma, in cui era rimasto coinvolto.

Il caso aveva fatto il giro del mondo e oltre 600 mila fan hanno firmato una petizione online intitolata: #JusticeForRocky. Anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si era espresso in merito richiedendo il rilascio del cantante.

I giudici svedesi hanno alla fine dovuto rilasciare Asap perché il fatto non era abbastanza grave da poterlo trattenere in cella. Ha così fatto ritorno negli Usa, pagando un risarcimento di 1.310 dollari.

Leggi anche: