Niente da fare, il sogno Europeo delle azzurre del volley si infrange contro la Serbia

Finisce 1-3 per la Nazionale di Boskovic: all’Italia non resta che giocarsi il bronzo nella finale per il terzo posto. Appuntamento alle ore 16 di domenica 8 settembre

Doveva essere la vendetta per la finale del Mondiale persa lo scorso anno. Ma anche questa volta, Egonu e compagne, non sono riuscite ad abbattere il muro serbo. Finisce 1-3 la semifinale degli Europei Italia-Serbia. Il parziale è di 22-25, 21-25, 25-21, 20-25 a favore delle campionesse iridate. I passi falsi delle italiane rendono più semplice il gioco preciso e consolidato delle serbe. In più, dall’altro lato della rete, gioca una Boskovic in forma smagliante.

Il riassunto del match

Sono gli errori delle pallavoliste azzurre ad aver compromesso ogni minimo vantaggio raggiunto nei quattro set. E dire che tra il servizio di Folie e le schiacciate di Sorokaite l’italia aveva accumulato un vantaggio di quattro punti nel primo parziale. Gli errori offensivi di Egonu e, al contrario, i vincenti di Boskovic, ribaltano però la situazione. La situazione è analoga nel secondo parziale: sul finire del set un fallo in seconda linea, un errore e un attacco fuori dell’opposta azzurra consegnano il set alla Serbia.

L’inversione di marcia avviene nel terzo parziale. Sotto 8-6, un ace spettacolare di Chirichella e il muro di Egonu segnano il sorpasso azzurro. Ma dal 15-13, sale in cattedra Boskovic: due ace confermati dall’occhio di falco riportano avanti le serbe. Poi, l’ennesimo ribaltamento di fronte: l’Italia riaccende le speranze portando a casa il terzo set 25-21. Ma sarà tutto inutile: l’equilibrio nel quarto set dura fino al 9 pari. Finisce 1-3 e adesso all’Italia non resta che giocarsi il bronzo contro la vincente tra Turchia e Polonia.

Sullo stesso tema: