Ponte Morandi, blitz della GdF: perquisita la sede milanese oggetto dell’inchiesta bis

Gli indagati cercavano di ostacolare le intercettazioni con l’uso di jammer

Alcuni uomini della Guardia di Finanza stanno effettuando una perquisizione presso la sede milanese della Spea Engineering nell’ambito dell’inchiesta sul crollo del Ponte Morandi.

Il blitz avviene nella stessa giornata in cui un tratto del nuovo ponte – dopo il crollo del Morandi, il 14 agosto 2018 – viene inaugurato a Genova.

L’inchiesta cui si fa riferimento è quella nata a metà settembre che ha portato il Gip di Genova ad emettere una serie di misure cautelari nei confronti di tecnici di Aspi e di Spea.

Dall’indagine è emerso l’uso di strumenti per ostacolare le intercettazioni disposte dalla procura genovese tra i quali dei disturbatori di frequenza.

Leggi anche: