È morto Manuel Frattini, il divo del musical italiano: i successi con Pinocchio e Priscilla

Aveva 54 anni, con i suoi spettacoli ha portato il musical italiano anche negli Stati Uniti

È morto improvvisamente ieri sera a Milano Manuel Frattini, danzatore, cantante e attore teatrale, il divo italiano del musical. Frattini ha avuto un malore che gli ha provocato un arresto cardiaco irreversibile, nonostante i soccorsi tempestivi dei presenti e del personale medico chiamato immediatamente.

L’artista si trovava a Milano per fare quello che più amava nella vita, il musical: aveva voluto essere presente, insieme ad altri performer, ad una serata di beneficenza.

La carriera

Dopo aver mosso i primi passi come primo ballerino e coreografo in numerose produzioni Rai e Mediaset, Frattini inizia a farsi notare nel 1991, quando viene chiamato dalla Compagnia della Rancia, diretta da Saverio Marconi, per interpretare il ruolo di Mike Costa nel musical A Chorus Line.

Nella stagione 1996/1997 ricopre il ruolo di Cosmo Brown in Cantando sotto la pioggia. La consacrazione arriva però nella stagione 1998/1999 con il musical Sette spose per sette fratelli, nel quale interpreta, al fianco di Raffaele Paganini e Tosca, il ruolo di Gedeone.

Le stagioni 1999/2000 e 2000/2001 lo vedono dividere il palcoscenico con Christian De Sica, Lorenza Mario, Monica Scattini e Paolo Conticini nel fortunato Tributo a George Gershwin – Un Americano a Parigi, con la regia e le coreografie di Franco Miseria.

La consacrazione con Aladin, Pinocchio e Robin Hood

Frattini, parallelamente, realizza un piccolo sogno: debuttare come protagonista assoluto in un musical inedito, Musical, Maestro!, coreografato e diretto da Fabrizio Angelini e ideato da lui stesso in collaborazione con Angelini e Giovanni Maria Lori.

Nel marzo 2003 debutta come protagonista nel musical-kolossal Pinocchio, prodotto dalla Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconi e le musiche dei Pooh. A fine 2006, Frattini si trasforma in Peter Pan con le musiche di Edoardo Bennato: la tournèe sfiora 300 repliche sold-out fino alla primavera del 2008, risultando il musical più visto e vincendo il prestigioso premio Biglietto d’Oro.

Successivamente Frattini è il protagonista di Robin Hood nelle stagioni 2008/2010. Il 2010 è anche l’anno di Aladin il musical scritto da Stefano D’Orazio con le musiche dei Pooh. Nell’ottobre dello stesso anno, l’artista sbarca in America con Pinocchio, che viene rappresentato a New York nel prestigioso Danny Kaye Playhouse in occasione del Columbus Day, a testimonianza della creatività italiana.

A giugno 2017 Frattini è stato protagonista del musical di George Gershwin Crazy for you, che ha debuttato al Teatro Duse di Bologna per la regia di Mauro Simone con i giovani talenti della Bernstein School of Musical Theatre nell’ambito della rassegna A Summer Musical Festival.

Nella stagione 2017/2018 è tornato a interpretare il musical Robin Hood, con la regia di Mauro Simone, accanto a Fatima Trotta nel ruolo di Lady Marian. Nella stagione 2018/2019 è stato protagonista del musical Priscilla nel ruolo di Bernadette.

I premi

Nel corso della sua carriera, Frattini ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il Premio Bob Fosse, il Premio Danza&Danza come Miglior interprete italiano della stagione 1996/1997 per Cantando sotto la Pioggia e il Primo Premio Nazionale Sandro Massimini al Festival Internazionale dell’Operetta di Trieste 1997.

Nel 2004 ha ricevuto il premio Musical Award come migliore protagonista del della stagione, mentre nel 2011 venne omaggiato con il Premio alla Carriera, a margine della rassegna Musical Day. Nel 2013 ricevette lo stesso premio dalla rassegna Tip Tap Show.

Nel 2016 vinse il prestigioso Premio Flaiano per la sezione Musical. Accanto alla sua attività di performer, Frattini si è dedicato all’insegnamento, tenendo corsi di perfezionamento e stage nelle più prestigiose Accademie italiane.

Foto copertina da Instagram: manuel_frattini

Leggi anche: