Pd partito delle tasse? La frase della Boschi fa ribellare anche gli ex renziani: «Era qui con noi un mese fa»

Le parole dell’esponente di Italia Viva bruciano ancora tra i Dem, mentre l’asse M5s-Iv pungola Conte sulla manovra

La frase di due giorni fa di Maria Elena Boschi pronunciata alla Leopolda (Noi non siamo il partito delle tasse) brucia ancora tra i Dem. Il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio fa notare all’ex collega di partito: «Non mi pare giusto dire che il Pd sia il partito delle tasse, visto che Boschi è stata con noi fino a un mese fa. Quindi se fossimo il partito delle tasse sarebbe coinvolta anche lei».

Intervistato da Radio Cusano Campus, Delrio ha anche suggerito agli esponenti di Italia Viva di non polemizzare gli alleati per cercare voti. Secondo gli ultimi sondaggi disponibili, il partito di Renzi oscillerebbe tra il 4 e il 5%. Il capogruppo Pd al Senato Andrea Marcucci, renziano della prima ora, parla di ‘caduta di stile’ di Maria Elena Boschi: «Ho trovato gratuita la polemica aperta dalla Boschi, che comunque mi sembra sia stata subito corretta. Quindi eviterei anche di enfatizzare una caduta di stile».

Le repliche degli esponenti Pd più lontani a Matteo Renzi all’accusa fatta da Boschi erano partite subito. Oggi il ministro Provenzano ha aggiunto: «Chi è stato eletto parlamentare e nominato ministro grazie al Pd, dovrebbe avere un po’ di rispetto».

Le tensioni sulla manovra e l’inedito asse Iv-M5s hanno portato alla convocazione del vertice di maggioranza che dovrebbe esserci oggi (ma ancora non è iniziato). Il presidente del Consiglio Conte, vero obiettivo delle critiche dei due partiti, considera invece l’accordo di maggioranza sulla manovra economica già chiuso.

Leggi anche: