Berlusconi avverte i ribelli: «Attenzione alle avventure politiche di cortissimo respiro»

Lunga nota del Cavaliere, dopo le tensioni delle ultime settimane dentro il suo partito

Le inquietudini politiche di Mara Carfagna, corteggiata da Italia Viva, continuano ad agitare Forza Italia. Tanto che Silvio Berlusconi, con una lunga nota, ha voluto precisare quale sia la storia e il ruolo del suo partito. E poi ha aggiunto: «Se l’obiettivo è costruire una vasta area liberale, cattolica, riformatrice, alternativa alla sinistra (…) non la si ottiene certo con la frammentazione che ha sempre determinato avventure politiche di cortissimo respiro».

Una frase che avrà forse fatto fischiare le orecchie a ex alleati e ex delfini di Berlusconi, ma che suona come un avvertimento verso i forzisti più ribelli. Già ieri fonti vicine all’ex presidente del Consiglio avevano fatto filtrare un aut aut per la vice-presidente della Camera Carfagna, che l’8 novembre aveva incontrato il Cavaliere ad Arcore.

Giovanni Toti (S) e Mara Carfagna (D) nuovi coordinatori di Forza Italia a piazza Montecitorio davanti alla Camera dei Deputati, Roma, 20 giugno 2019. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

«Spingere Mara Carfagna fuori da Forza Italia è un errore micidiale. Rompere coi due partiti democristiani fondatori del centrodestra – Dc e Udc – è un suicidio per una forza che vuole rappresentare il Ppe. Consiglio a Berlusconi di seguire meglio la pratica» ha scritto su twitter Gianfranco Rotondi, vicepresidente del gruppo di FI alla Camera.

Da tempo la vicepresidente della Camera sottolinea la necessità, per Forza Italia, di dare una direzione al partito che sia diversa da quella “salviniana”. Tra le critiche più recenti, anche l’astensione dei senatori forzisti durante il voto per la commissione contro l’odio e le discriminazioni proposta da Liliana Segre. «Posso affermare di essere l’unico tra i leader politici italiani ad avere difeso sempre e comunque lo stato di Israele», ha aggiunto il fondatore di Forza italia.

Leggi anche: