Venezia, arriva anche Berlusconi: «Bisogna mettere mano a tutti i cantieri»

L’ex premier nella città lagunare. E rilancia le grandi opere, non solo per Venezia

A visitare la città allagata è giunto stamattina, 14 novembre, anche l’ex presidente del consiglio, Silvio Berlusconi. Era lui a capo del governo quando, nel 2003, i cantieri del Mose furono effettivamente inaugurati. Ai giornalisti, l’ex cavaliere ha detto prima di tutto che i problemi della città sono collegati al fatto che, dice «al governo c’è un partito che è contrario a qualunque tipo di grande opera». Poi ha parzialmente corretto il tiro: «Adesso mi pare che si siano ricreduti, bisogna mettere mano a tutti i cantieri per fare in modo che questi problemi non si ripetano».

Silvio Berlusconi ha seguito di poco la visita del premier, Giuseppe Conte che era arrivato a Venezia ieri e questa mattina, dopo ulteriori riunioni e la nomina del commissario – Elisabetta Spitz – dovrebbe tornare a Roma dove, però, il vertice sul caso Ilva è stato rimandato alla prossima settimana.

Leggi anche: