Migranti, Open Arms salva 125 naufraghi: casi di ustioni e ferite da armi da fuoco. Molti minori soli a bordo

«A bordo ci sono tanti minori, stavano viaggiando completamente soli», denunciano gli operatori di Emergency

Open Arms ha soccorso all’alba una barca alla deriva a 50 miglia a nord della costa libica di Zawiya, stimando inizialmente 73 persone a bordo. Lo annuncia la stessa Ong su Twitter, spiegando che sul natante ci sono «69 uomini, 4 donne, 2 bimbi di 4 e 3 anni e 24 minori che viaggiavano soli».

Poco dopo Medici senza frontiere ha aggiornato la cifra, stimando in 125 i naufraghi salvati.

I volontari riportano anche «casi di shock traumatico, ustioni di secondo e terzo grado, ferite da armi da fuoco, ipotermia grave e disidratazione». «A bordo ci sono tanti minori, stavano viaggiando completamente soli», denunciano gli operatori di Emergency presenti sull’imbarcazione.

Leggi anche: