Inchiesta sulla fondazione renziana, perquisito e indagato l’imprenditore Marco Carrai

«Ho fiducia che la magistratura chiarirà presto la mia posizione. So di non aver commesso reati e di aver sempre svolto i miei compiti rispettando la legge», ha detto Carrai

È stato perquisito e indagato nell’inchiesta sulla fondazione Open l’imprenditore Marco Carrai, amico personale di Matteo Renzi e già membro del consiglio di amministrazione di Open. A rivelarlo in serata, fonti vicine all’inchiesta.

La guardia di finanza ha perquisito l’ufficio di Carrai a cui è stato notificato anche un avviso di garanzia. Stando a quanto emerge dalle indagini – avviate dalla procura di Firenze – l’imprenditore sarebbe stato il punto di riferimento dentro la fondazione Open per i finanziatori su cui si è diretta l’attenzione della procura negli ultimi sviluppi dell’inchiesta e che sono stati già perquisiti oggi.

«Ho fiducia che la magistratura chiarirà presto la mia posizione. So di non aver commesso reati e di aver sempre svolto i miei compiti rispettando la legge», ha detto il 44enne Carrai.

Leggi anche: