Brasile, Bolsonaro contro DiCaprio: «Ha finanziato gli incendi in Amazzonia»

Anche il figlio del leader brasiliano si è scagliato contro la star di Hollywood

«Questo Leonardo DiCaprio è uno figo, no? Dare soldi perché l’Amazzonia venga data alle fiamme». L’accusa è stata lanciata dal presidente brasiliano Jair Bolsonaro nei confronti dell’attore e attivista per l’ambiente Leonardo DiCaprio.

La “colpa” secondo il leader brasiliano è di aver finanziato gli incendi nella foresta amazzonica, stando a quanto riportato dal quotidiano Folha de S. Paulo.

US actor Leonardo Di Caprio during the photocall of the movie “Once upon a time in… Hollywood”, Rome, Italy, 3 August 2019. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Solo 24 ore prima, il presidente del Brasile aveva denunciato il coinvolgimento della star di Holllywood «nella campagna contro il Brasile» durante una diretta su Facebook.

A dare il via alle accuse è stato l’arresto ai danni di quattro vigili del fuoco volontari in Brasile, poi rilasciati, che la polizia ha accusato di aver appiccato il fuoco per conto di una Ong per ottenere attenzione e fondi internazionali.

Eduardo Bolsonaro, figlio del presidente del Brasile, via Twitter ha sostenuto che DiCaprio ha versato 300.000 dollari «alla Ong che ha incendiato l’Amazzonia» e che il Wwf ha raccolto per loro donazioni.

https://twitter.com/BolsonaroSP/status/1200553780175085569

Dopo i devastanti incendi dello scorso agosto, DiCaprio si era impegnato a raccogliere finanziamenti per 5 milioni di dollari per l’Amazzonia, considerata il polmone del pianeta.

Leggi anche: