Tutti pazzi per Kulusevski: pagato 100mila euro dall’Atalanta, che ora chiede 40 milioni di euro. Duello Inter-Juve

L’esterno sta dando spettacolo nel Parma. Gabigol può dare una mano a Marotta

I numeri, in campo, alimentano i numeri (di valore). Dejan Kulusevski, 19 anni, da Stoccolma, di stanza a Parma, è l’uomo mercato di gennaio insieme al conterraneo Ibrahimovic. Ma con un ventello di anni in meno. Eppure entrambi possono finire a Milano, anche se su sponda diversa.

Se Ibra è sospeso tra Bologna (Mihajlovic è la calamita) e Milan (vecchio amore), Kulusevski è entrato prepotentemente nel mirino dell’Inter, che ora vuole bruciare la concorrenza e anticipare Juve e Manchester United, le rivali più accreditate nella corsa all’esterno del Parma.

Lo svedesino (solo per età, data la corazza fisica), tanto per cambiare, è di proprietà dell’Atalanta. Lo ha lanciato l’anno scorso Gasperini; in questa stagione, partito da riserva di Karamoh, si è preso la fascia, ribaltando le gerarchie. Tre gol, cinque assist: le stimmate di un possibile giocatore con i controfiocchi anche ad alto livello. E così il 19enne pagato 100mila euro dall’Atalanta ora vale, per i nerazzurri, almeno 40 milioni di euro.

Si muoverà a gennaio? Il Parma, che lo ha in prestito fino a giugno, oggi è orientato a dire no, ma di fronte a una offerta che metta d’accordo Atalanta, ducali e acquirente non c’è posizione di diniego che tenga.

L’assist di Gabigol

Kulusevski, dotato di qualità sopraffina e fisico a prova di competizione europea, ha cominciato a giocare da piccolo a calcetto con la sorella maggiore. Ora lo vogliono tutti, anche la Juve, che però ha meno margini di manovra a gennaio. Ecco il motivo per il quale l’Inter sta accelerando. Marotta non sta spingendo per Vidal (che lascerà il Barcellona): il tesoretto in arrivo dalla cessione a titolo definitivo di Gabigol (al Flamengo o al miglior offerente) garantirà una trentina di milioni da reinvestire sul gioiello di proprietà dell’Atalanta, club con cui Suning è in ottimi rapporti (Gaglardini, Bastoni gli ultimi esempi).

La strategia nerazzurra è sul tavolo, la concorrenza osserva. Nel frattempo Kulusevski, esterno destro puro ma schierato in una occasione da D’Aversa addirittura come falso nueve, incanta tutti. E rischia di contendere al connazionale Ibra la palma di più ricercato del mercato di gennaio.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: