Cagliari infinito: rimonta e batte la Samp al 96′ (4-3). Ora è quarto con la Roma

Partita folle: da 1-3 a 4-3. Il gigante Cerri entra e dopo due minuti fa centro

A fine partita la Sardegna Arena quasi non ci crede, ma con questo Cagliari è abituata a tutto. Nel bene. Nell’eccellenza. Un gol di Cerri al 96′, con l’attaccante entrato da soli due minuti al posto di Simeone, ribalta una partita incredibile. Al 70′ i sardi sono sotto 1-3, grazie soprattutto a una doppietta di Quagliarella (applauditissimo dal pubblico di casa anche per una strepitosa sforbiciata). Le altre reti di Ramirez e Nainggolan.

In venti minuti, però, succede di tutto. Si accende in un minuto Joao Pedro che ne fa due tra 75′ e 76′. Lo stadio è una bolgia, il Cagliari sente il profumo dell’impresa e la firma all’ultimo assalto col gigante Cerri, al suo primo gol stagionale (non segnava da un anno) Partita incredibile anche per Luca Pellegrini: causa il rigore del momentaneo 0-1, ma poi serve due assist: uno per Joao Pedro, l’ultimo per Cerri. Quello da tre punti, che valgono l’ex aequo con la Roma al quarto posto.

Leggi anche: