Conte sulle accuse delle Iene, le ombre sul concorso universitario: «Storia vecchia. Ho già chiarito»

«Vedrò il servizio, se necessario preciseremo ancora in piena trasparenza» ha detto il presidente del Consiglio

Il premier Giuseppe Conte risponde alle indiscrezioni de Le Iene secondo cui avrebbe mentito agli italiani sul concorso con il quale nel 2002 è diventato professore ordinario di diritto privato.

«È una questione un po’ vecchia che si trascina da tempo, stanno rimestando sul mio concorso del 2002. Il professor Alpa viene perseguitato perché c’è stato questo concorso. Ho chiarito che mai c’è stato un conflitto di interessi, mai un’associazione professionale tra di noi, mai un conto corrente comune, in merito al concorso da professore ordinario, hanno deciso all’unanimità i cinque commissari. Vedrò il servizio, se necessario preciseremo ancora in piena trasparenza» ha detto il presidente del consiglio, ospite di photoANSA 2019.

Il servizio delle Iene andrà in onda domani sera su Italia 1.

Leggi anche: