Manovra, il governo dimezza la plastic tax: viene esclusa la riciclata

Lo chiede il governo nell’emendamento alla manovra depositato in commissione Bilancio

Dimezzare la plastic tax ed escludere dall’imposta i prodotti che contengono plastica riciclata, oltre a quella compostabile. Lo chiede il governo nell’emendamento alla manovra depositato in commissione Bilancio.

Si fissa l’imposta a 50 centesimi al chilo (da 1 euro) e si escludono anche tutti i dispositivi medici e i contenitori di medicinali, non solo le siringhe come previsto nel testo base. Gli incassi vengono ridotti così di 767 milioni nel 2020 (da 1,1 miliardi).

La data di arrivo in aula della manovra 2020 era prevista per il 3 dicembre. Le proposte di modifica più attese sono quelle su plastic tax e sugar tax.

Leggi anche: