Omicidio Sacchi, la telefonata al 118: «C’è un morto per terra, gli hanno sparato»

A parlare è un uomo seduto su un muretto accanto al pub in cui la sera del 23 ottobre è stato ucciso Luca Sacchi

«C’è un morto per terra, ti devi sbrigare! Gli hanno sparato»: sono queste le prime parole di un uomo che, nella totale disperazione, chiama il 118 dopo aver udito un colpo di pistola. A trasmetterle è “Quarto Grado”, trasmissione tv di Rete 4.

Si tratterebbe di una persona che era seduta su un muretto accanto al pub a Roma in cui la sera del 23 ottobre è stato ucciso Luca Sacchi.

«Mandami un’ambulanza, è un ragazzo attorno ai 25 anni, capelli ricci, vestito con dei jeans, si trova in via Franco Bartoloni, angolo via Teodoro Mommsen. Sto andando al commissariato, l’aggressore è armato ed è scappato a piedi». E in sottofondo si sentono le urla.

Leggi anche: