Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Russiagate, Joseph Mifsud indagato ad Agrigento per «spese pazze» quando era presidente del Consorzio universitario

Ex docente della Link campus university, Mifsud è coinvolto nello scandalo sulle interferenze russe nelle elezioni Usa che hanno portato all’elezione di Trump

L’uomo al centro dello scandalo Russiagate, Joseph Mifsud, è indagato dalla procura di Agrigento per peculato. L’indagine era stata aperta dal procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella e il pm Chiara Bisso contro ignoti per abuso d’ufficio e truffa. Ora l’ex presidente del Consorzio universitario è stato iscritto nel registro degli indagati e la Procura ha attivato le procedure per la notifica dell’inchiesta al misterioso docente, ritenuto da molti una spia di cui si sono perse le tracce del 2017.


L’inchiesta è partita da un esposto dell’attuale presidente del Consorzio, Giovanni Di Maida, in cui si contestano le “spese pazze” fatte da Mifsud quanto era è stato a capo dell’ente, dal 2009 al 2012: viaggi in Russia, Malta, Usa, Inghilterra, Libia, Libano e Bulgaria, quasi sempre accompagnato «da sconosciute giovani donne dell’Est», ma avrebbe anche acquistato telefoni Blackberry, almeno cinque, comprati e poi spariti nel nulla. Un buco da oltre 200 mila euro.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: