Fuga dal M5s, Di Maio furioso con Grassi: «Chi cambia casacca si dimetta dalle Camere»

«I parlamentari che lasciano il M5s mettano in allegato nella lettera anche il listino prezzi del mercato delle vacche aperto da Salvini al Senato, che ci ricorda quello aperto da Berlusconi con De Gregorio»

«Chi cambia casacca si dimetta dalle Camere». Con queste parole il leader M5s, Luigi Di Maio, ha commentato la fuoriuscita del senatore grillino Ugo Grassi, formalizzata oggi, e la sua adesione alla Lega di Matteo Salvini, ex alleato del M5s al Governo.


Di Maio poi è tornato ad attaccare il leader del Carroccio, parlando sempre di “mercato delle vacche”: «I parlamentari che lasciano il M5s mettano in allegato nella lettera anche il listino prezzi del mercato delle vacche aperto da Salvini al Senato, che ci ricorda quello aperto da Berlusconi con De Gregorio»

Grassi ha subito risposto al suo ex capo politico: «A chi obietta che in ragione dell’evidente dissenso con le scelte politiche del Movimento dovrei dimettermi, osservo che così ragionando dovrei prendere atto di aver sprecato risorse ed energie e che dovrei rinunciare a dare il mio contributo politico, mentre, al contrario, il Movimento conserverebbe il suo ruolo leader a cui io e tanti altri professionisti abbiamo contribuito».

Leggi anche: