Rieti, tragedia sul Terminillo: 46enne scivola in un canalone ghiacciato e muore. È la quarta vittima in pochi giorni

L’uomo stava scalando con altri tre amici alpinisti la parete est del monte

Ennesima tragedia in montagna, questa volta sull’Appennino. Un escursionista vicentino di 46 anni ha perso la vita scivolando in un canalone sul monte Terminillo, in provincia di Rieti. La vittima stava scalando la parete est del monte con altri tre compagni di cordata. Per cause ancora ignote, l’uomo è scivolato cadendo in un canalone. 

Immediato l’allarme lanciato dai compagni e l’intervento di risposta della stazione di Rieti, degli uomini della Polizia di Stato e dei Vigili del Fuoco, di un’ambulanza del 118 e dell’eliambulanza dell’Ares con a bordo il personale sanitario e il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino, che tuttavia non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. 

Il 24 dicembre scorso, nello stesso punto dove è avvenuta la tragedia do oggi, erano scivolati e rimasti feriti due escursionisti 20enni. Uno è ricoverato in osservazione all’ospedale di Rieti, mentre l’altro si trova ancora in gravi condizioni all’Ospedale Umberto I di Roma. Nel frattempo la procura di Rieti ha aperto un’inchiesta.

In copertina il soccorso del 24 dicembre 2019 sul Terminillo. ANSA / Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Leggi anche: