Antisemitismo, vandalizzate 40 tombe di un cimitero ebraico in Germania: due arresti

Sono accusati di aver divelto e imbrattato una quarantina di tombe

Hanno distrutto 40 pietre tombali in un cimitero ebraico a Geilenkirchen e ne hanno imbrattate alcune con della vernice spray di colore blu. Autori del gesto, due uomini arrestati dalla polizia di Aquisgrana, in Germania. I due, di 21 e 33 anni, erano già noti alle forze dell’ordine.


Ad avvisare la polizia, un testimone che ha visto in quel cimitero a notte fonda due persone – con il cappuccio in testa e con indosso abiti scuri – rovesciare le tombe e spruzzare della vernice blu per sporcare la pietra con insulti.

Lo scorso novembre, il governo tedesco aveva annunciato l’intenzione di introdurre una legge che consentisse di aumentare le sanzioni nei confronti crimini di matrice antisemita.

Secondo alcune statistiche nazionali, riportate da Agi, in Germania i crimini contro gli ebrei sono aumentati di quasi il 20% rispetto al 2017 e, nella gran parte dei casi, ad agire è stato un movimento neonazista.

A ottobre, la cancelliera Angela Merkel aveva promesso tolleranza zero rispetto al fenomeno dell’odio antisemita dopo un attacco a una sinagoga tedesca. In quella circostanza sono state uccise due persone durante la
celebrazione della festa ebraica di Yom Kippur.

Leggi anche: