Coppa Italia, il Milan passeggia 3-0 sulla Spal: nei quarti c’è il Torino

Rossoneri a valanga: a segno Piatek, Castillejo e Theo Hernandez

Sarà l’aria di Ibrahimovic, sarà l’autostima o, forse, che la Spal (rimaneggiata) di questi tempi non rappresenta un test particolarmente probante. Il Milan ne fa 3 alla squadra di Semplici e approda ai quarti di finale di Coppa Italia al termine di una partita fin troppo facile. Prossimo avversario, il Torino.

Pioli, che schiera i suoi col nuovo e redditizio 4-4-2, risparmia Ibra e ridà fiducia a Piatek. Il Pistolero ripaga con il gol dell’1-0 (20′) su assist di Bennacer, ma nel corso del match sbaglierà almeno altre due reti. Il momento, al di là del gol, non resta dei migliori, ma la medicina migliore arriva sempre dal tabellino.

Chi, invece, ha tratto giovamento dall’arrivo di Pioli (e di Ibra) è Castillejo. Suo, con uno splendido sinistro a giro, il raddoppio rossonero al calare del primo tempo. Nella ripresa il tris di uno strepitoso Theo Hernandez (66′): l’esterno intercetta un pallone a centrocampo, arriva a ridosso dell’area e fulmina Berisha con un siluro.

Ottime notizie per Pioli (Antonio Donnarumma inoperoso se non per un super intervento a fine partita, buon esordio di Kjaer), ma anche qualche dubbio perdurante. Piatek a parte, sembrano finiti ormai ai margini Suso (per lui anche qualche fischio all’ingresso) e Paquetà: il brasiliano entra e non incide. Inizialmente, al minuto 89, gli viene anche fischiato rigore contro, ma il suo non è tocco di mano. Rigore revocato dalla Var. Resta il 3-0. E Ibra applaude dalla panchina.

Foto di copertina Ansa