Incendi in Australia, la tregua dopo l’apocalisse: torna la pioggia a contenere le fiamme – Video

Prima della pioggia altri trenta incendi avevano colpito lo Stato con capitale Sydney

Dopo mesi di drammatici incendi boschivi, l’acqua è finalmente arrivata in alcune regioni dell’Australia. L’ondata d’acqua era attesa da giorni, un aiuto ai vigili del fuoco impegnato in una lotta titanica.

Gli incendi, senza precedenti per portata e durata, hanno già provocato 28 morti, mentre gli scienziati stimano che siano stati uccisi più di un miliardo di animali.  Aggravata dal riscaldamento globale, questa crisi stagionale degli incendi boschivi è stata alimentata da un clima particolarmente caldo negli ultimi mesi dalla virtuale assenza di precipitazioni significative. 

https://twitter.com/_SJPeace_/status/1217585777166749698

Le “buone piogge” si sono verificate giovedì mattina nello stato del Nuovo Galles del Sud (nell’Australia sud-orientale), dove ci sono gli incendi più grandi. 

«È un sollievo per i vigili del fuoco che lavorano nel New South Wales», ha detto il New South Wales Rural Fire Service in un commento pubblicato su un social network con un video che mostra la pioggia che cade su una foresta in fiamme. «Questa pioggia non spegnerà tutti i fuochi – chiarisce l’organizzazione – ma contribuirà a contenerli».

Prima delle prime gocce di pioggia, c’erano ancora una trentina di incendi fuori controllo nello stato, che ha Sydney come capitale.

Leggi anche: