Harry e Meghan rinunciano ai titoli di altezze reali

Il duca e la duchessa del Sussex rimborseranno £ 2,4 milioni di denaro del contribuente speso per rinnovare la loro casa

Il principe Harry e la moglie Meghan Markle non potranno più utilizzare i loro titoli di altezze reali e non riceveranno più fondi reali. Lo riferisce Buckingham Palace. Inoltre il duca e la duchessa del Sussex rimborseranno 2,4 milioni di sterline del contribuente speso per rinnovare la loro casa.

A partire dalla primavera la coppia sarà nota come Harry il Duca di Sussex e Meghan la Duchessa di Sussex, titoli che manterranno sebbene non potranno utilizzare quelli di altezze reali. Harry rimarrà principe, che è il suo titolo di nascita. La decisione rientra nell’accordo messo a punto dopo che la regina aveva nei giorni scorsi dato il suo via libera alla clamorosa decisione di Harry di fare un passo indietro rispetto ai suoi impegni nella famiglia reale.

Nell’ambito dell’accordo, il duca e la duchessa affermano di voler ripagare i 2,4 milioni di sterline, fondi dei contribuenti, utilizzati per ristrutturare la residenza di Frogmore Cottage, che intendono mantenere come le loro dimora nel Regno Unito.

In generale, fa sapere Buckingham Palace, in base all’accordo raggiunto, ad Harry e Meghan è «richiesto di fare un passo indietro dai loro impegni reali», questi non riceveranno più fondi pubblici, un «nuovo modello che entrerà in vigore a partire dalla primavera del 2020». Perdere il titolo di altezze reali implica inoltre che il principe Harry non rappresenterà più la regina.

La Regina Elisabetta lo scorso 13 gennaio aveva concordato con Harry e Meghan un periodo di transizione in cui i due duchi di Sussex potranno vivere tra Canada e Regno Unito. «Oggi abbiamo avuto una discussione molto costruttiva sul futuro di mio nipote e la sua famiglia». Si leggeva in una nota diffusa dopo l’incontro, a cui Meghan ha partecipato in videoconferenza.