Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«La Scozia tornerà in Europa come Paese indipendente». La promessa appena dopo la Brexit

«Europa, continuiamo la nostra storia d’amore»: il messaggio degli scozzesi all’Ue

Dal primo minuto del primo febbraio, il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea. Dopo tre anni e mezzo di tentativi, Boris Johnson ha portato a termine quanto deciso dal referendum del 2016. Nonostante la vittoria di Johnson alle legislative, molti cittadini dell’Uk non hanno gradito il divorzio con l’Ue. Su tutti, ci sono gli scozzesi.


A tre giorni dall’ufficializzazione della Brexit, il Parlamento scozzese ha infatti approvato la richiesta di un nuovo referendum sull’indipendenza (64 voti a favore e 54 contrari): nel 2016 la maggioranza degli scozzesi ha votato No al “Leave. Johnson ha già respinto la richiesta, affermando che la questione è già stata risolta nel 2014, quando gli scozzesi votarono No a un altro referendum: quello per l’uscita dal Regno Unito. Ma da allora le condizioni sono cambiate non di poco.


I tweet del governo

«Hey Europa. Il nostro bellissimo paese è aperto a voi», si sente dire in una clip, dal titolo Scotland is Open, che è stata postata dall’account Scotland is Now, legato al governo scozzese. «Europa, continuiamo la nostra storia d’amore».

Al messaggio del governo si è aggiunto quello della premier Nicola Sturgeon, che su Twitter promette: «La Scozia tornerà nel cuore dell’Europa come Paese indipendente».

Non solo Scozia

Ma non ci sono solo gli scozzesi tra i fautori del “Remain”, nonostante tutto. Su Twitter è stato condiviso un video di una proiezione sulle Whithe Cliffs di Dover, una città costiera del Kent, a sud-est dell’Inghilterra. Nella registrazione, due veterani della seconda guerra mondiale raccontano la loro delusione per l’uscita dall’Ue, parlando di cosa è sempre significata per loro.

«Mi sento depresso all’idea di lasciare l’Europa perché ha sempre significato molto per me», dice uno dei veterani. «Mi piace essere chiamato europeo. Spero per i miei figli e per i miei nipoti che l’Inghilterra, la Gran Bretagna, faccia un passo indietro». Alla fine, le scogliere si illuminano con la proiezione della bandiera europea.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: