Fitch conferma rating Italia a BBB e outlook negativo

Tra le motivazione dell’agenzia, un persistente clima di incertezza politica con «una elevata probabilità» che il governo Conte formato da M5S e Pd non duri per l’intera legislatura fino alla primavera del 2023

L’agenzia internazionale Fitch ha confermato il rating dell’Italia a BBB e un outlook negativo. Il rating BBB – spiega Fitch in una nota – riflette un livello di debito pubblico che resta «estremamente elevato», un trend di crescita del Pil «molto basso» e una qualità degli asset del settore bancario che migliora ma «ancora debole».

A ciò – prosegue l’agenzia – si aggiunge un persistente clima di incertezza politica con «una elevata probabilità» che il governo Conte formato da M5S e Pd non duri per l’intera legislatura fino alla primavera del 2023.

Entrando nello specifico delle misure messe in campo dal governo, Fitch sottolinea come quelle per rafforzare la crescita, vedi il taglio del cuneo fiscale sul lavoro o la spinta agli investimenti pubblici, avranno solo un impatto limitato sul Pil. Mentre le misure per la lotta all’evasione fiscale e per i tagli alla spesa richiedono tempo per produrre dei benefici: così – si afferma – il loro impatto resta incerto.

«L’alto livello di frammentazione politica rende molto difficile per il governo italiano sviluppare una strategia credibile di crescita e di bilancio per ridurre l’elevato debito pubblico».

«I disaccordi interni all’esecutivo sulle misure di bilancio, così come la decisione di modificare il quadro per la concessione autostradale – scrive Fitch – dimostrano come le divisioni politiche e le differenze di vedute all’interno della coalizione di governo continuino ad ostacolare ogni previsione». Così anche l’annunciato piano di un’ampia riforma fiscale prima della fine del 2020 – si afferma – resta a rischio.

Leggi anche: