Champions, Haaland stende il Psg (2-1). Il Liverpool cade a Madrid (1-0)

Comincia con i fuochi pirotecnici la prima giornata degli Ottavi di andata di Champions League. Competizione che fa sempre più rima con Erling Haaland. Il gigante del Borussia Dortmund fa doppietta e manda ko a Dortmund il Paris Saint Germain. Succede tutto nella ripresa dopo che già nel primo tempo l’attacco dei gialloneri aveva ripetutamente turbato la fragile difesa ospite. Al 69′ l’ex Salisburgo si avventa come un falco sottoporta e sporca il tabellino, sul quale al 75′ si aggiunge Neymar. E’ il brasiliano, dopo una devastante azione di Mbappé, a firmare l’1-1. Impressiona l’attacco dei parigini che lasciano Icardi e Cavani in panchina.

Haaland, però, non ha finito. Passano due minuti e il suo sinistro fulmina ancora Navas: 10 gol in 7 presenze per il centravanti nordico in Champions League. E’ una partita pazzesca: passano altri 4 minuti e Neymar spedisce sul palo il pallone del 2-2. A Parigi, nel retour-match, Psg favorito, ma il Borussia è di granito e Haaland è mostruoso.

L’Atletico fa presto

Apertissimo anche il discorso tra Atletico Madrid e Liverpool. Al Wanda Metropolitano si impongono i Colchoneros grazie a una rete-lampo di Saul. Il Liverpool campione d’Europa parte male come non mai in questi ultimi anni e rischia di franare. Con il passare dei minuti, però, l’Atletico si ritira e il Cholismo sembra avvicinarsi in alcuni momenti al vecchio, redditizio concetto di catenaccio.

I Reds, con Salah in particolare al di sotto dei suoi standard, non spaventano quasi mai (pericoloso solo Henderson nella ripresa), e paradossalmente va più vicino l’Atletico al raddoppio che gli inglesi (91 gol in stagione) al pareggio. Ad Anfield sarà la solita bolgia, ma i Colchoneros, che stentano in patria, sembrano trasformarsi in Champions League.

Foto di copertina Ansa