Coronavirus, caso Codogno. Conte: «Quarantena per tutti coloro entrati in contatto con il contagiato»

Da Bruxelles il presidente del consiglio ha invitato a non lasciarsi andare ad «allarmismi sociali»

«È stata disposta una nuova ordinanza che stabilisce il trattamento di isolamento per tutti coloro che sono venuti a contatto» con i tre nuovi contagiati da Coronavirus a Codogno. Ad affermarlo è il premier Giuseppe Conte da Bruxelles. «È prevista una sorveglianza attiva, quindi il trattamento con contatto costante con i medici ma con possibilità della domiciliazione fiduciaria – chiarisce Conte – Continueremo a mantenere alta la linea di precauzione e prudenza».

«Si è appena riunito il comitato tecnico scientifico istituito dal ministro Speranza – ha detto Conte – e abbiamo certificato i tre nuovi casi di Coronavirus nel lodigiano. Il ministro ha appena adottato una nuova ordinanza che dispone il trattamento di isolamento, la quarantena obbligatoria, per tutti coloro che sono venuti a contatto con questi pazienti certificati positivi e ha predisposto una sorveglianza attiva, un contatto costante con i medici, ovvero una domiciliazione fiduciaria per tutti coloro che negli ultimi 14 giorni sono stai nell’area a rischio».

«Abbiamo adottato in pieno accordo con il ministro Speranza e gli altri ministri una linea di massima precauzione e prudenza – prosegue Conte – e questo ci consente di bloccare qualsiasi allarmismo sociale, qualsiasi panico. Bisogna fidarsi di quelle che sono le indicazioni del ministero della Salute».

Leggi anche: